Regione Lazio – La manovra di bilancio 2020-2022 – Le misure per le imprese

La manovra di bilancio 2020-2022, approvata dal Consiglio regionale del Lazio, al netto del settore sanitario, delle altre risorse vincolate e delle partite tecniche, ammonta complessivamente a 3,48 mld di euro per l’anno 2020, 3,39 mld per l’anno 2021 e 3,10 mld per l’anno 2022. Di questi, relativamente al 2020, 346 milioni sono destinati al Fondo taglia tasse, 647,8 mln ai servizi essenziali, di cui oltre la meta’ (337,75 mln) per il trasporto pubblico locale.

Queste, nel dettaglio, le principali misure per le imprese:

CONFERMATO IL FONDO PER LA RIDUZIONE DELLE TASSE E AMPLIATA PLATEA PER LA RIDUZIONE DELL’IRAP

Ammonta a 346 mln il Fondo taglia tasse che conferma sia le esenzioni e le riduzioni dell’addizionale Irpef del 2019 sia un incremento al fondo, che sara’ di 22mln, a beneficio dell’abbassamento dell’Irap dello 0,92% per le imprese. La misura interessa le imprese che operano sul territorio regionale e hanno una forte propensione all’export, quelle femminili, i soggetti che operano nei comuni montani nel settore del commercio al dettaglio, della ristorazione e di ulteriori attivita’ professionali, dei soggetti operanti nel settore delle Attivita’ di proiezione cinematografica, teatrale e librerie, di specifici soggetti operanti in alcune categorie merceologiche. La platea dei beneficiari si estende includendo anche le imprese di nuova costituzione da parte di over 50 disoccupati.

PROGRAMMA PER L’ATTRAZIONE DEGLI INVESTIMENTI

La Legge di Stabilita’ prevede l’adozione del Programma regionale per l’attrazione degli investimenti. Sono previsti interventi per superare crisi aziendali, accrescere le specializzazioni territoriali e favorire l’insediamento di nuovi impianti e stabilimenti produttivi, anche attraverso la promozione di accordi tra la Regione e i soggetti promotori di nuove iniziative imprenditoriali, l’introduzione di misure di straordinarie di semplificazione delle procedure per l’insediamento di imprese innovative. Il “Programma regionale per l’attrazione degli investimenti” prevede un investimento complessivo di 20 milioni di euro di fondi strutturali POR-FESR 2014-2020, cui si aggiungono altre fonti di potenziale finanziamento.

SOSTEGNO ALLE RETI DI COMMERCIO, MERCATI, ARTIGIANATO E RICERCA

Sono previsti

15 mln di euro per il bando sulle reti del commercio

4 milioni per la riqualificazione dei mercati.

4 milioni in materia di artigianato,

34 milioni su ricerca e trasferimento tecnologico per il nuovo piano della ricerca

MISURE PER LA SICUREZZA E CONTRASTO ALLA CRIMINALITA’

Sono previsti interventi dalla Regione, per 7 mln di euro, nel triennio per favorire un sistema integrato di sicurezza in ambito regionale e di contrasto alla diffusione dei fenomeni di criminalita’ comune e di tipo mafioso, in particolare favorendo le opere di ristrutturazione dei beni confiscati alla criminalita’ organizzata e riutilizzandoli a scopi sociali, di prevenzione esupporto alle vittime di violenza.

LAZIO REGIONE DELLA CULTURA E DELLA CREATIVITA’

Tra le azioni previste per il 2020 si conferma il sostegno al mondo del cinema con 22 milioni di euro, al patrimonio culturale di musei, biblioteche, istituti culturali e dimore storiche con 3,3 milioni di euro e si inserisce una nuova misura che supporta l’esercizio teatrale, cinematografico e le librerie indipendenti per interventi di efficientamento energetico e per l’adozione di tecnologie digitali con 3 milioni di euro.

POLITICHE A SOSTEGNO DEL LAVORO

Si prevede l’istituzione dell’Agenzia regionale ‘Spazio lavoro’ con l’obiettivo di ottimizzare l’esercizio delle funzioni amministrative e tecniche in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive del lavoro di competenza regionale. Si prevede inoltre il potenziamento del personale a supporto dei Centri per
l’impiego.