Corona Virus-Confartigianato chiede la sospensione di tutte le tasse locali

Il testo del Decreto del 9 Marzo

“Mentre invitiamo tutte le piccole imprese  ad attenersi in maniera scrupolosa alle norme previste, considerata la gravità della situazione in cui versa il Paese, relativamente ad alcuni dubbi interpretativi, già presenti nel Decreto dell’8 Marzo, consigliamo ai laboratori artigianali che effettuano consumo sul posto di sospendere l’attività dopo le 18 mantenendo la sola vendita per asporto. In relazione al mondo del Benessere (Estetica, Acconciatura ecc) l’ordinanza della Regione Lazio ha bloccato le sole attività estetiche e di tatuaggi. Gli esercizi di vicinato alimentare, così come i banchi alimentari nei mercati (giornalieri e settimanali) potranno restare aperti.”

“Questa mattina abbiamo chiesto alla Sindaca Raggi di ampliare il differimento della Tassazione Locale (Occupazione suolo pubblico, IMU,TA.RI, imposta di pubblicità) ed il blocco di eventuali provvedimenti di revoca delle concessioni per morosità a tutte le attività che stanno subendo limitazioni: commercio di vicinato, bar e ristoranti, laboratori artigianali, operatori su area pubblica, aziende del benessere e strutture di intrattenimento”.